Lo scopo

Non ho paura della cattiveria dei malvagi, ma del silenzio degli onesti. - Martin Luther King Jr.

Quello che ci prefiggiamo di creare è un movimento ideologico democratico, basato non su qualche reminiscenza degli anni '30 o del '60, ma su una comparto di idee programmatiche ben delineate.

Senza nulla voler togliere alla legittimità dei tanti ideali che hanno mosso popoli e nazioni alla ricerca della loro identità e libertà, il mondo con cui uno Stato si deve interfacciare è però ben distante da quello che era quando gran parte di quelle idee veniva partorita.

Esiste un mercato mondiale, esistono degli accordi internazionali, esiste un'economia e una politica globale, è l'era di internet e dell'Unione Europea; è quindi un momento storico nel quale, seppur tenendo ferrea in mente l'identità di una nazione, è necessario imparare ad uscire dai propri confini ed interagire con il mondo.

Il mondo gira, e continuerà a girare con o senza l'Italia.

 

  La necessità di essere super partes è dovuta a due fattori principali.

La volontà di uscire dal sistema partitico che ha affossato la nazione, nella sua struttura ma anche nella sua società e identità culturale

Ed il bisogno di aprirsi ad idee trasversali necessarie in un'economia moderna nella quale i confini esterni sono labili, per cui quelli interni non possono essere invalicabili.

 

Lo scopo di creare un movimento democratico viene dalla volontà di levare la politica dalle mani delle caste di palazzo e riportarla ai cittadini italiani. Di mettere a loro disposizione mezzi di democrazia diretta, riavvicinando lo Stato al popolo sovrano, mettendolo in grado di comunicare la propria volontà in modo chiaro.

Non solo attraverso il voto, ma tramite una realtà politica che porti la volontà popolare esattamente dove dovrebbe sempre risiedere: in parlamento.

Ma anche e soprattutto che porti il parlamento a disposizione della gente, permettendo trasparenza, avvicinando i cittadini tramite l'informazione diretta e chiara su cosa in parlamento accade, e come avviene.  Permettendo ai cittadini di essere informati sulle discussioni parlamentari, sulle votazioni e di sapere alle camere chi ha votato cosa, e chi ha proposto cosa. Perché non deve essere un segreto illegittimo ma un dato a cui il popolo possa accedere per vedere come sta agendo il governo e decidere se rinnovargli fiducia o meno.

 

Il nostro obiettivo, dunque è quello di creare un movimento che cresca fino a diventare un'identità politica nazionale, e guadagni nel tempo, grazie al lavoro e alle idee dei suoi partecipanti, simpatizzanti, la forza di entrare nello Stato e aprirne le porte ai cittadini e all'Italia.